Lavazza: l’amore per la Terra nel calendario 2019

181
0
Share:
La natura è l’opera d’arte per eccellenza, ma nel Calendario Lavazza diventa anche una tela bianca su cui si può incidere il proprio amore e impegno per l’ambiente.

Lavazza racconta il progetto “Good To Earth” con gli scatti di Emily Vitale, photoreporter americana per il National Geographic Magazine che ama la Terra.

La natura si fa arte nel Calendario Lavazza 2019. Un’arte immersa nell’ambiente, tutt’uno con foreste, deserti, ghiacciai e città. Una nature art portatrice di buone notizie per la Terra. Così il Calendario Lavazza è “Good to Earth” e racconta – attraverso gli scatti della fotografa Ami Vitale gli esempi virtuosi di chi si impegna per la salvaguardia del pianeta. Sì perché, nonostante tutto, c’è del buono sulla Terra. E le immagini della fotogiornalista americana celebrano proprio le buone notizie che arrivano dalla Terra e per la Terra, individuate in tutto il mondo insieme al Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (United Nations Environment Programme – UNEP).

Il Calendario “Good to Earth”,  sarà presentato il 21 novembre a Torino, nella Nuvola Lavazza

La natura è l’opera d’arte per eccellenza, ma nel Calendario Lavazza diventa anche una tela bianca su cui si può incidere il proprio amore e impegno per la Terra

Lavazza e l’amore per la Terra – “Good to Earth”

“La natura è l’opera d’arte per eccellenza, ma nel Calendario Lavazza diventa anche una tela bianca su cui si può incidere il proprio amore e impegno per l’ambiente. Così con un mix non convenzionale tra la fotografia d’autore di Ami Vitale e sei opere di nature art, una forma d’arte contemporanea , raccontiamo i progetti “Good to Earth” che fanno bene alla Terra. Buone notizie di cui oggi si avverte un grande bisogno: esempi positivi di comportamenti virtuosi, storie di riscatto personali e riqualificazione ambientale che speriamo possano contagiare le persone, soprattutto i più giovani, e ispirare un impegno diretto per la salvaguardia del nostro pianeta”, commenta Francesca Lavazza, membro del consiglio d’amministrazione dell’azienda.

Ami Vitale vincitrice di 6  World Press Photos ha documentato la natura selvaggia e i bracconieri dell’Africa, ha raccontato i conflitti tra l’uomo e l’ambiente e si è impegnata in iniziative per salvare il rinoceronte bianco del Nord e reintrodurre i panda nel loro habitat. La sua filosofia del “vivere la storia” l’ha portata in oltre 100 Paesi, dove ha vissuto in capanne di fango e in zone di guerra, ha contratto la malaria e si è camuffata da panda per raccontarne la vita segreta (Ami Vitale è autrice del best seller “Panda Love”).

Saranno svelati  il 21 novembre presso Nuvola Lavazza gli scatti di Ami Vitale e le originali opere di nature art che, realizzate da sei artisti, ognuna con tecniche differenti, si integrano nel paesaggio, in armonia con l’ecosistema e la vegetazione. Le sei opere sono ispirate ad altrettanti progetti buoni per la Terra, individuati da Lavazza e dallo United Nations Environment Programme nei quattro continenti: dalla Colombia alla Svizzera, dal Kenya alla Tailandia, passando per il Belgio e il Marocco.

Socialblogging è dalla parte dei brand che si schierano a favore del pianeta preservandone l’integrità.

 

 

Summary
Description
Lavazza dedica il calendario 2019 alla Terra. Il progetto “Good to Earth” è stato affidato alla fotoreporter americana Ami Vitale.
Author
Share:

Leave a reply